Esperienze missionarie estive 2017

Esperienze missionarie estive 2017

SAM-logoMOZAMBICO

MozambicoLe esperienze che proponiamo in Mozambico sono 2: ad Invinha e Alto Molocue. La caratteristica particolare è che saranno esperienze intereuropee (altri giovani legati ai dehoniani di Spagna, Portogallo, Polonia e Germania potrebbero far parte del gruppo).

INVINHA

InvinhaSaremo ospitati dalla Compagnia Missionaria del Sacro Cuore. È una comunità di formazione di giovani ragazze con le quali si vuole condividere la vita quotidiana, cercando il più possibile una integrazione, nel ritmo di ogni giorno, nel lavoro domestico e agricolo, nella vita di preghiera e nell’animazione delle centinaia di bimbi che arrivano dalla savana circostante. Vi sarà la conoscenza dei luoghi limitrofi e delle comunità cristiane. È prevista una 2 giorni di inculturazione grazie alla presenza di un padre Dehoniano antropologo, Elia Ciscato.

PERIODO: mese di agosto (partenza prima settimana; rientro ultima settimana). 4 settimane comprensive di viaggi.

COSTI: 1300 € circa per biglietto aereo + 65 € per visto (di cui ci occuperemo noi). Per vitto e alloggio e materiale per progetti eventuali sono a carico dei dehoniani o di iniziative di solidarietà.

OBIETTIVO/FINALITA’ DELL’ESPERIENZA: l’obiettivo è quello di fare un’esperienza di condivisione vera sia a livello di sobrietà sia a livello di vita comunitaria e di lavoro quotidiano con la comunità ospitante e con la gente che si incontrerà. Altro obiettivo è la conoscenza di altre culture nel rispetto e nell’ascolto di chi ci ospita. Nessuno prende decisioni personali.

ATTIVITA’: incontri per la promozione della donna; lavoro manuale; animazione dei bambini (stile grest); dopo scuola; visita alle comunità cristiane e conoscenza delle comunità ministeriali; visita a realtà significative limitrofe.

COSA SERVE? Nessuna competenza particolare! Umiltà, Semplicità, Ascolto, Adattabilità. Non guasterebbe un po’ di portoghese base per la comunicazione. Passaporto valido almeno per 6 mesi dalla partenza. 2 fototessere per richiesta visto. Caparra di 300 € per chi decide di partire. La moneta locale è il metical (1€= circa 80 meticais). Meglio cambiare gli euro in loco. Per le comunicazioni esiste wi-fi o possibilità di comprare sim card locale con dati.

VACCINAZIONI: non è obbligatoria nessuna vaccinazione particolare. Si consiglia la Febbre Gialla per non avere problemi all’ingresso nel Paese. (Ciascuno segua le indicazioni dell’Ufficio Igiene e del proprio medico curante).

PROFILASSI PER LA MALARIA: Ciascuno segua le indicazioni dell’Ufficio Igiene e del proprio medico curante

ASSICURAZIONE: per ogni partente facciamo una assicurazione (Siscos) per info visitare il sito.

FORMAZIONE: al di là degli incontri di VPC, vi sarà un incontro europeo con gli altri giovani partenti (per conoscenza e per andare nei dettagli dell’esperienza) a Valencia (Spagna) dal 28-30 aprile 2017. Più altri incontri pre-partenza più tecnici.

LINGUA: portoghese basico

EXTRA: può essere prevista una gita (fine esperienza) sull’oceano indiano (Chocas Mar) o Isola del Mozambico che comporta una spesa ulteriore di circa 200€ (x trasporto, alloggio e vitto).

ACCOMPAGNATORE: un padre dehoniano

NUMERO MAX DI PERSONE: 6 + accompagnatore

ALTO MOLOCUE

Alto MolocueLa missione di Alto Molocue comprende un Centro Giovanile, con annessa biblioteca, aula di informatica e Scuola Materna ed è parrocchia con a carico 120 comunità cristiane di tipo ministeriale. La comunità che accoglie è una fraternità di padri dehoniani (2 italiani e 2 mozambicani). L’esperienza è la condivisione di vita con loro, nella preghiera e nel lavoro e nella disponibilità a qualsiasi genere di proposta verrà fatta. Il Centro situato sulla pista antica dell’aeroporto è circondato da capanne e scuole, per cui la presenza di bambini e giovani suggerisce la possibilità di animazione e condivisione con loro. È prevista una 2 giorni di inculturazione grazie alla presenza di un padre Dehoniano antropologo, Elia Ciscato.

PERIODO: mese di agosto (partenza prima settimana; rientro ultima settimana). 4 settimane comprensive di viaggi.

COSTI: 1300 € circa per biglietto aereo + 65 € per visto (di cui ci occuperemo noi). Per vitto e alloggio e materiale per progetti eventuali sono a carico dei dehoniani o di iniziative di solidarietà.

OBIETTIVO/FINALITA’ DELL’ESPERIENZA: l’obiettivo è quello di fare un’esperienza di condivisione vera sia a livello di sobrietà sia a livello di vita comunitaria e di lavoro quotidiano con la comunità ospitante e con la gente che si incontrerà. Altro obiettivo è la conoscenza di altre culture nel rispetto e nell’ascolto di chi ci ospita. Nessuno prende decisioni personali.

ATTIVITA’: riorganizzazione della biblioteca; lavoro manuale; animazione dei bambini (stile grest); dopo scuola; visita alle comunità cristiane e conoscenza delle comunità ministeriali; visita a realtà significative limitrofe; aiuto alle monitrici d’aula della scuola materna; corsi di informatica, corsi di Inglese.

COSA SERVE? Nessuna competenza particolare! Umiltà, Semplicità, Ascolto, Adattabilità. Non guasterebbe un po’ di portoghese base per la comunicazione. Passaporto valido almeno per 6 mesi dalla partenza. 2 fototessere per richiesta visto. Caparra di 300 € per chi decide di partire. La moneta locale è il metical (1€= circa 80 meticais). Meglio cambiare gli euro in loco. Per le comunicazioni esiste wi-fi o possibilità di comprare sim card locale con dati.

VACCINAZIONI: non è obbligatoria nessuna vaccinazione particolare. Si consiglia la Febbre Gialla per non avere problemi all’ingresso nel Paese. (Ciascuno segua le indicazioni dell’Ufficio Igiene e del proprio medico curante).

PROFILASSI PER LA MALARIA: Ciascuno segua le indicazioni dell’Ufficio Igiene e del proprio medico curante

ASSICURAZIONE: per ogni partente facciamo una assicurazione (Siscos) per info visitare il sito.

FORMAZIONE: al di là degli incontri di VPC, vi sarà un incontro europeo con gli altri giovani partenti (per conoscenza e per andare nei dettagli dell’esperienza) a Valencia (Spagna) dal 28-30 aprile 2017. Più altri incontri pre-partenza più tecnici.

LINGUA: portoghese basico

EXTRA: può essere prevista una gita (fine esperienza) sull’oceano indiano (Chocas Mar) o Isola del Mozambico che comporta una spesa ulteriore di circa 200€ (x trasporto, alloggio e vitto).

ACCOMPAGNATORE: un padre dehoniano

NUMERO MAX DI PERSONE: max 8 + accompagnatore

ECUADOR

EcuadorLe esperienze che proponiamo in Ecuador sono 2: a Quito nella Parrocchia dell’Argelia (quartiere più povero della capitale) e Bahia de Caraquez (sulla costa, zona colpita dal terremoto il 16 aprile 2016). La caratteristica particolare è che saranno esperienze intereuropee (altri giovani legati ai dehoniani di Spagna, Portogallo, Polonia e Germania potrebbero far parte del gruppo). In entrambe le realtà esiste una casa esclusiva per i volontari. Chi ospita sono padri dehoniani spagnoli o brasiliani.

QUITO – LA ARGUELIA

La Arguelia è una parrocchia della periferia di Quito a 3000 mt di altezza nella zona più povera della capitale, sulla parete di una montagna. 40.000 abitanti con nove cappelle. È affidata ai padri dehoniani che vivono lì e formano una comunità. È una comunità per lo più pastorale e di evangelizzazione ma molto impegnata nell’ambito sociale, a livello di prevenzione e formazione alla salute, visita e sostegno agli anziani (di solito abbandonati), ai senza tetto…

La ArgueliaPERIODO:
1 gruppo a luglio (prima settimana andata-ultima settimana ritorno). 4 settimane comprensive di viaggi.
1 gruppo ad agosto (prima settimana andata-ultima settimana ritorno). 4 settimane comprensive di viaggi.

COSTI: 1300 € circa per biglietto aereo. Per vitto e alloggio e materiale per progetti eventuali sono a carico dei dehoniani o di iniziative di solidarietà.

OBIETTIVO/FINALITA’ DELL’ESPERIENZA: l’obiettivo è quello di fare un’esperienza di condivisione vera sia a livello di sobrietà sia a livello di vita comunitaria e di lavoro quotidiano con la comunità ospitante e con la gente che si incontrerà. Altro obiettivo è la conoscenza di altre culture nel rispetto e nell’ascolto di chi ci ospita. Nessuno prende decisioni personali.

ATTIVITA’: a) Centro diurno per anziani: gli anziani sono la categoria dei più emarginati. Si realizzano attività ludiche, ricreative, sanitarie, terapie occupazionali, passeggiate e merende; b) Per i giovani: formazione ai valori, laboratori, tutoraggio (doposcuola) e accompagnamento personale e spirituale, missioni, la formazione per gli animatori, convivenze vocazionali, incontri sociali; c) Mensa sociale: volontari che hanno creato una mensa a Miravalle in cui si distribuisce cibo a più di 80 famiglie. Questa attività di svolge tutti i sabati nelle nove comunità cristiane dell’Argelia grazie anche alle donazioni da parte delle persone della parrocchia; d) Missioni: diverse volte l’anno il gruppo di pastorale vocazionale si sposta con i giovani della parrocchia in differenti luoghi in dell’Ecuador per svolgere, durante una settimana, un lavoro missionario-sociale (con diversamente abili, comunità rurali degli indios, anziani e bambini; e) Infine vi è il gruppo “Callejeros de la Fe” (Viandanti della Fede) che è un gruppo di volontari missionari che esce ogni venerdì notte per incontrare fratelli che passano la fame, freddo, solitudine, rifiuto, che sono caduti nelle droghe, alcool, abbandono e disprezzo.

COSA SERVE? Nessuna competenza particolare! Umiltà, Semplicità, Ascolto, Adattabilità. Non guasterebbe un po’ di spagnolo base per la comunicazione. Passaporto valido almeno per 6 mesi dalla partenza. Caparra di 300 € per chi decide di partire. La moneta locale è il dollaro americano. Per le comunicazioni esiste wi-fi o possibilità di comprare sim card locale con dati.

VACCINAZIONI: non è obbligatoria nessuna vaccinazione particolare.

ASSICURAZIONE: per ogni partente facciamo una assicurazione (Siscos) per info visitare il sito.

FORMAZIONE: al di là degli incontri di VPC, vi sarà un incontro europeo con gli altri giovani partenti (per conoscenza e per andare nei dettagli dell’esperienza) a Valencia (Spagna) dal 28-30 aprile 2017. Più altri incontri pre-partenza più tecnici.

LINGUA: spagnolo basico

EXTRA: possono essere previste delle gite nei fine settimana o a fine esperienza alla Metà del Mondo, Centro di Quito o altre destinazioni. Tutto questo è a carico di ciascuno x trasporto, alloggio e vitto.

ACCOMPAGNATORE: un padre dehoniano

NUMERO MAX DI PERSONE:

5 + accompagnatore a luglio
5 + accompagnatore ad agosto

BAHIA DE CARAQUEZ (MANABÌ sulla costa)

Bahia de CaraquezBahia è una cittadina situata sulla costa del Pacifico; era anche luogo e meta turistica, ma dal 16 aprile del 2016 quando è stata colpita dal forte terremoto, è diventata sede di macerie e di accampamenti in tende o baracche. Chi ci accoglie è la Comunità Religiosa Dehoniana che si occupa della Parrocchia del Sacro Cuore, della Mensa Infantile “Padre Dehon” alla Fanca, delle comunità rurali di base della Fanca (“Fanca è uno dei quartieri più popolati e poveri dove vivono all’incirca 3000 persone. A Fanca non c’è acqua potabile e l’elettricità non è sufficiente, le strade non sono ancora tutte asfaltate e non ci sono zone verdi), della Parrocchia della Merded (dove c’è la casa dei volontari), della Casa “Domus Cordis” (progetto inaugurato nel 2012 che accoglie ragazzi sfavoriti per una formazione integrale), del Movimento delle donne della Merced e della Mensa e doposcuola “padre Dehon” a Bellavista. La comunità dehoniana è responsabile del progetto di volontariato nelle persone di padre Jonathan (spagnolo) e di padre Bruno Roque (brasiliano).

PERIODO:

1 gruppo a luglio (prima settimana andata-ultima settimana ritorno). 4 settimane comprensive di viaggi.
1 gruppo ad agosto (prima settimana andata-ultima settimana ritorno). 4 settimane comprensive di viaggi.

COSTI: 1300 € circa per biglietto aereo + 60 € per trasporto in autobus da Quito. Per vitto e alloggio e materiale per progetti eventuali sono a carico dei dehoniani o di iniziative di solidarietà.

OBIETTIVO/FINALITA’ DELL’ESPERIENZA: l’obiettivo è quello di fare un’esperienza di condivisione vera sia a livello di sobrietà sia a livello di vita comunitaria e di lavoro quotidiano con la comunità ospitante e con la gente che si incontrerà. Altro obiettivo è la conoscenza di altre culture nel rispetto e nell’ascolto di chi ci ospita. Nessuno prende decisioni personali.

ATTIVITA’: a) Comunità rurali: 1. Accompagnamento e presenza nelle comunità ecclesiali di base; 2. Svolgimento di programmi di alfabetizzazione nelle scuole; 3. Prendersi cura del magazzino degli alimenti e rifornirlo, appoggiare le case di cura, visita alle famiglie, ai malati, ecc.; 4. Formazione degli operatori pastorali; 5. Laboratori di educazione sessuale per giovani e bambini. b) Mensa infantile: presenza nelle ore dei pasti, programma di alfabetizzazione, scuola per genitori dove vengono offerti strumenti formativi per l’educazione dei figli. c) Ambito sociale: 1. Lavoro con malati di HIV attraverso l’associazione “Cuore Solidario”, si sta insieme ai malati; 2. Promozione della donna: attraverso il movimento “Donne della Merced”, che segue le donne maltrattate; 3. Centro per anziani: sessioni di fisioterapia, formazione gerontologica delle operatrici, laboratori di animazione socioculturali, ricreazione e ginnastica, così come la visita ai malati e alle famiglie; 4. Visita e sostegno ai carcerati nel Centro di Riabilitazione Sociale di Bahia. 5. “Domus Cordis” progetto che accoglie circa 20 ragazzi senza mezzi di nessun tipo e vivono in un ambiente presso la casa dei padri; 6. Progetto “Talita Kum”: progetto nato nel 2008 per persone diversamente abili per una educazione integrale della persona. d) Pastorale: 1. Formazione degli operatori pastorali (catechisti, animatori dei giovani, responsabili delle comunità, ecc.; 2. Appoggio ai diversi gruppi liturgici, di canto e di teatro ecc.; 3. Sostegno in convivenza, per ritiri spirituali, capi scuola per bambini, giovani e persone adulte; 4. Visita ai malati insieme al gruppo della pastorale sanitaria.

COSA SERVE? Nessuna competenza particolare! Umiltà, Semplicità, Ascolto, Adattabilità. Non guasterebbe un po’ di spagnolo base per la comunicazione. Passaporto valido almeno per 6 mesi dalla partenza. Caparra di 300 € per chi decide di partire. La moneta locale è il dollaro americano. Per le comunicazioni esiste wi-fi o possibilità di comprare sim card locale con dati.

VACCINAZIONI: non è obbligatoria nessuna vaccinazione particolare.

ASSICURAZIONE: per ogni partente facciamo una assicurazione (Siscos) per info visitare il sito.

FORMAZIONE: al di là degli incontri di VPC, vi sarà un incontro europeo con gli altri giovani partenti (per conoscenza e per andare nei dettagli dell’esperienza) a Valencia (Spagna) dal 28-30 aprile 2017. Più altri incontri pre-partenza più tecnici.

LINGUA: spagnolo basico

EXTRA: possono essere previste delle gite nei fine settimana o a fine esperienza alla Metà del Mondo, Centro di Quito o altre destinazioni. Tutto questo è a carico di ciascuno x trasporto, alloggio e vitto.

ACCOMPAGNATORE: un padre dehoniano

NUMERO MAX DI PERSONE:

5 + accompagnatore a luglio
5 + accompagnatore ad agosto

Print Friendly